Ecco The Big One, Milano per un giorno capitale dei Verdi europei

SCARICA QUESTO ARTICOLO IN FORMATO PDF

Milano capitale verde d’Europa. Sabato 16 marzo i Verdi europei, European greens, sbarcano nel capoluogo lombardo per ribadire la comune vocazione europeista e l’assoluta continuità di programmi fra europei e italiani. “Siamo un’unica famiglia, un unico partito, l’unico vero argine alla destra sovranista”, dice Ska Keller, copresidente Verdi europei. L’Onda Verde è inarrestabile. Il titolo della manifestazione milanese, dalle 10 alle 16,30 al Teatro Elfo Puccini di corso Buenos Aires 33, The Big One l’Onda Verde è qui, sottolinea la straordinaria potenza di un movimento nato nel nord Europa e presto dilagato un po’ ovunque, anche in Italia, con proposte forti e convincenti non solo in materia ambientale, ma anche sociale, economica e dei diritti.

«Milano città aperta e innovativa»

Lo conferma Elena Grandi, coportavoce nazionale Verdi in coppia con Matteo Badiali. “I Verdi ci sono! Il 16 marzo”, spiega, “ci vediamo a Milano con tante donne europee e italiane, ecologiste e verdi, per parlare di ambiente, di cambiamenti climatici, di sostenibilità, di diritti, di giustizia sociale, di conversione ecologica. Perché Milano? Perché Milano è una città aperta, innovativa, che sta puntando a diventare un modello di sostenibilità. Ma è anche una delle città più inquinate d’Europa e non ci potrà essere sviluppo e benessere se non riusciremo a risolvere questa situazione. Non possiamo più aspettare”. Lo sciopero globale per il clima di venerdì 15 lascia pochi dubbi: “La lotta al cambiamento climatico”, sostiene Vula Tsetsi, segretaria generale Verdi europei, “è una questione fondamentale e di uguaglianza tra le generazioni di oggi e quelle di domani. Vedere i giovani che scendono a protestare per strada lancia un segnale molto forte che stanno lottando per il nostro e il proprio futuro”.

Tutti i partecipanti

L’elenco dei partecipanti è fittissimo. Ci saranno, naturalmente, Elena Grandi e Matteo Badiali, i due coportavoce nazionali dei Verdi (la prima, milanese, farà gli onori di casa, il secondo chiuderà la sessione del mattino); Monica Frassoni, copresidente Verdi europei; Ska Keller, tedesca, copresidente Verdi europei e candidata alla Presidenza europea; Judith Sargentini, olandese, eurodeputata Verdi europei; Vula Tsetsi, greca, segretaria generale Verdi europei, Saskia Bricmont, belga, candidata alle prossime elezioni; Marco Affronte, eurodeputato Verdi europei. Ci saranno anche Matilde Casa, sindaco di Lauriano, coordinatrice di Italia in Comune in Piemonte, Rossella Muroni, deputata di Liberi e Uguali, ex presidente nazionale di Legambiente, e Daniela Pistillo, Insieme senza muri di Milano. Modererà il dibattito in sala Marco Ardemagni, conduttore radiofonico.