Indagata a Brindisi capolista M5S alle Europee Mariangela Danzì. “Indagine irrilevante, resta dov’è”

SCARICA QUESTO ARTICOLO IN FORMATO PDF

BRINDISI – La capolista del M5S alle Europee nella circoscrizione Nord Ovest, Mariangela Danzì, è indagata dalla procura di Brindisi in concorso con tecnici comunali e dell’autorità portuale e il presidente dell’autorità portuale del Levante, per il reato di “invasione di terreni pubblici”.

L’indagine ruoterebbe attorno alla realizzazione di un varco dogane in area comunale. I fatti si riferiscono a quando Danzì era sub commissario prefettizio al Comume di Brindisi. La donna non avrebbe ricevuto informazioni di garanzia. Il M5S, a quanto si apprende, non sarebbe intenzionato a ritirare Mariangela Danzì dalla corsa alle europee in quanto il suo coinvolgimento sarebbe in una “indagine irrilevante”.

La Danzì è tra le 5 donne indicate dal capo politico M5S come capolista, nel suo caso per la circoscrizione Nord-occidentale e sarebbe indagata dalla procura della Repubblica di Brindisi per un intervento eseguito dall’Autorità di sistema portuale per delimitare il circuito doganale.