Libia: Gentiloni, soluzione diplomatica

SCARICA QUESTO ARTICOLO IN FORMATO PDF

(ANSA) – ROMA, 16 APR – “E’ giusto chiedere una soluzione
diplomatica. E’ giusto chiedere un cessate il fuoco. Registro
purtroppo una debolezza che deriva da un certo isolamento del
nostro paese quindi una difficoltà a coinvolgere l’Unione
europea, a coinvolgere gli Stati uniti. E quindi richieste
giuste ma una certa debolezza nel sostenerle”. Così Paolo
Gentiloni al Giornale Radio Rai-Radio1. Nell’intervista si è
parlato anche di migranti: “E’ difficile che la guardia costiera
libica continui ad operare. C’è il rischio di una ripresa di
nuovi arrivi. Certamente il governo non se la può cavare con
questa meschina propaganda della chiusura dei porti. D’altra
parte arriverebbero in Italia rifugiati che hanno il diritto di
asilo sarebbe automatica la necessità di tenere aperti i porti”.